Romanzo: Nestvold, Il linguaggio segreto

Romanzo breve interessante, questo Il linguaggio segreto – aNobii. Racconta del team che incontra civiltà extraterrestri. Niente militari e scene d’azione, ma scienziati – tra gli altri la linguista, protagonista della storia – incaricati di comprendere la cultura del posto senza interferire troppo.

Spunti piuttosto tecnici sulla linguistica, ma anche sul modo in cui la lingua mostra e influenza la struttura della società.

Più riguardo a Il linguaggio segreto

Annunci

La gestione della reputazione è più complicata di quanto ci si aspetta

In un articolo de Il Sole 24 Ore il successo e la caduta di McDonald’s in Giappone.

Una storia che passa attraverso la capacità di comprendere la cultura locale e di gestire una crisi di reputazione.

Ecco un estratto dell’articolo:

A fine luglio è emerso che un fornitore cinese della società (Husi Food Group) aveva inviato alimenti scaduti e gestito in modo improprio la carne di pollo utilizzata per i Chicken McNuggets e altri prodotti. In un Paese come il Giappone, molto sensibile al problema della qualità e della sicurezza dei cibi, per McDonald’s le conseguenze sono state pesanti, anche se la società ha fatto subito sapere di aver troncato i rapporti con i fornitori cinesi di carne di pollo e di essersi rivolta a fornitori alternativi in Thailandia. Ma la reazione della responsabile di McDonald’s Japan, la canadese Sarah Casanova, è apparsa a molti disastrosa: non si è scusata pubblicamente subito, ma nella conferenza stampa di bilancio ha sottolineato, rispondendo a una domanda, che la sua società è stata vittima della vicenda. Un passo falso culturale enorme: la cultura aziendale (e anche quella generale) nipponica prevede l’assunzione pubblica di responsabilità senza cercare di scaricare su altri le colpe.

L’articolo è disponibile sul sito de Il Sole 24 Ore: McDonald’s Japan: dal successo strepitoso alla crisi. Tutto per non aver saputo chiedere scusa – Food24.

Foto truccate e trucchi nelle foto

Come essere belli nelle foto? Il Disinformatico segnala un paio di tecniche.

Nel primo post (Come fanno gli altri a sembrare così belli nelle foto?) cita alcuni trucchi per migliorare il proprio aspetto durante lo scatto. In particolare, le ragazze dovrebbero tirare in dentro la pancia, usare abiti neri e della taglia giusta, scegliere bene la posa, sistemare le luci, non stare troppo vicino all’obiettivo (distorce) e sorridere.

Nel secondo (Che sorpresa: le foto “spontanee” su Instagram delle celebrità non sono affatto spontanee) dimostra che alcune foto spontanee di celebrità non sono affatto spontanee, ma ampiamente ritoccate.

Una frase, un inizio

Nuovo sito, nuovo blog. Dimentichiamoci di un imbarazzante passato, vicino e remoto, e concentriamoci sul futuro.

Iniziando con una citazione di Giuseppe Granieri (Il gigante e la farfalla):

Se sai cosa dire, lo sai fare in una frase, in sette secondi di comunicazione. O otto, nove massimo

Sarà che sono un po’ superficiale o che fatico a concentrarmi a lungo, ma trovo che questa sia una grande verità. Nella comunicazione, come nell’insegnamento, può servire tempo per spiegare qualcosa. Ma alla fine, ciò che si ricorda è una frase che condensa il pensiero.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: