Corti: Lost memories e Lost memories 2.0

Francois Ferracci si definisce “director, art director, motion designer, and storyboarder”. In due corti (il primo, Lost memories, davvero corto: meno di 3 minuti; il secondo, Lost memories 2.0, un po’ più lungo) ci accompagna in un mondo non troppo lontano dal nostro. Il protagonista, preso dalla sua vita online, non si accorge di allontanarsi dalla sua partner. In un istante perde tutto: mentre i sistemi informatici di tutto il mondo collassano, la sua compagna si allontana senza che lui se ne accorga.

Anni dopo, l’umanità ha pian piano ricostruito il cloud, ma il nostro protagonista non riesce a ritrovare la donna che l’ama.

Più azzeccato il primo, i due corti hanno un gioco facile con chi, preda della nostalgia, vorrebbe tornare a un mondo fatto di carta e non di bit. Ma il progresso avanza e, con le giuste cautele, i bit non sono peggio della carta, la carta non è peggio dei bit.

Francois Ferracci, Lost memories

Francois Ferracci, Lost memories 2.0

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...