Racconto: Abigail Seran, Appena prima

Abigail Seran, Appena prima, Corriere del Ticino, extra, 14 gennaio 2016

Come ho scritto su Facebook, più che un racconto, è una poesia in prosa, questo “Appena prima” di Abigail Seran. Un racconto/poesia caratterizzato dal ritmo e dalla ripetizione del titolo. Mi piace molto il ritmo con cui l’autrice ha scelto di raccontare alcuni episodi di una vita (la sua, dell’autrice?). (tra l’altro mi ricorda una cosa mia che forse prima o poi verrà alla luce). Apprezzo meno il ritmo dei periodi: non frasi, ma frammenti brevissimi, a volte di una o due parole. Se è vero che non mi piacciono le frasi troppo lunghe, qui siamo all’estremo opposto. Forse nell’originale francese suonano diversamente, ma in italiano – personalmente – trovo la metrica troppo irregolare. Come la vita, d’altronde, e è ciò che voleva l’autrice.

Annunci

1 commento su “Racconto: Abigail Seran, Appena prima”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...